Ogni azienda che intende sviluppare una strategia di successo deve avere una chiara visione degli obiettivi che intende realizzare e soprattutto gli interessi del suo audience di riferimento. Il consumatore moderno preferisce quei brand capaci di destare interesse, creare coinvolgimento e che offrano un’esperienza unica.
Nel XXI secolo i team di marketing possono far leva sui big data per conoscere una miriade di informazioni relative ai consumatori come ad esempio gli interessi, le esigenze, le preferenze relative a prodotti e servizi.
Un approccio data driven è di supporto al processo decisionale e permette di pianificare delle strategie in modo più consapevole e finalizzato a creare delle relazioni di fiducia di lungo periodo con l’audience di riferimento.

In questo articolo, vi consigliamo una selezione delle migliori strategie per implementare un approccio data driven nel tuo business.

Targetizzazione
Ogni azienda ha un audience di riferimento costituito da individui l’uno diverso dall’altro e per questa ragione i team di marketing devono effettuare una targetizzazione dell’audience.
L’individuazione dei target costituiti da soggetti che hanno caratteristiche simili ma diverse da quelle dei componenti di un’altro target, permette:
– di elaborare delle strategie ad hoc sulla base di specifici interessi;
– pianificare attività di email marketing, retargeting e social media più efficaci;
– creare dei messaggi promozionali ideati in base al destinatario di riferimento.
La targetizzazione dell’audience può essere effettuata in base a dei parametri di riferimento e tra i più efficaci abbiamo: il sesso, l’età, la località geografica e la fase della customer journey in cui si trova il cliente.

Strategia di Remarketing
Le strategie di remarketing o retargeting sono fondamentali per evitare di perdere delle opportunità commerciali. Infatti, molto spesso capita che un utente visita un sito web, visualizza dei prodotti d’interesse, li mette nel carrello e poi abbandona il sito.
Senza una puntuale attività di remarketing, l’opportunità andrebbe persa. A tal fine si possono utilizzare degli strumenti come reminder che invogliano l’utente ad effettuare l’acquisto, ad esempio le pubblicità display sui social media o l’invio di email che ricordano l’abbandono dei prodotti nel carrello.

Contenuti d’interesse per il target
La creazione di contenuti che siano esclusivi e interessanti è un ottimo modo per catturare l’attenzione dei consumatori e se i contenuti sono affini ai loro interessi allora il successo è assicurato. Per creare dei contenuti di interesse per il tuo target di riferimento, adottare un approccio data driven è consigliato e permette di ottenere tutti gli insights necessari per l’elaborazione dei contenuti e delle campagne promozionali.
Ottenere i dati demo/psicografici del tuo audience permette anche l’individuazione di keywords più efficaci per migliorare il posizionamento nel mondo virtuale.

Condivisione degli insight a livello azienda
I big data sono fondamentali per la definizione della strategia aziendale e sono utili per delineare i caratteri fondamentali del consumatore obiettivo e creare dei prototipi. Gli insights e i prototipi elaborati possono supportare le decisioni strategiche e operative di diverse aree del tuo business e quindi la condivisione a livello aziendale delle informazioni gioca un ruolo chiave per il successo delle strategie di marketing e non solo.

Customer satisfaction
La soddisfazione del cliente deve essere uno dei principali obiettivi che la strategia deve perseguire. Sai quante sono le aziende che offrono dei prodotti e servizi simili ai tuoi? Come pensi di differenziarti e progettare un’esperienza d’acquisto unica?
Utilizza i big data e gli insights a supporto della strategia e proponi in modo unico e coinvolgente i tuoi prodotti e servizi. Presentali in modo convincente come la soluzione all’esigenza del consumatore e vedrai che i risultati non tarderanno ad arrivare!